ottobre 14, 2010

Il mio autunno



E' uno di quei periodi al cardiopalma. Quelli che inizi la mattina correndo, corri (metaforicamente parlando) tutta la giornata, corri la sera mentre torni a casa. Corri, corri e corri ancora. Poi a un certo punto ti fermi e ti accorgi che ti mancano quelle due, tre ore di veglia per fare quelle seimila cose che ormai rimandi all'infinito e che non è che siano essenziali ma che un loro perché ce l'hanno comunque. Tipo? Farti una manicure basic, neanche laccata. Cambiare borsa o in alternativa bonificarla. Sistemare le bollette pagate. Togliere i volantini pubblicitari dal parabrezza che poi se piove, coi tergicristalli li riduci in poltiglia. Dare un occhio al tuo guardaroba autunnale. Comprare la farina gialla per il nido. E simili.
E' uno di quei periodi in cui la sfiga, quella leggera e un po' prevedibile, ti sta alle costole. E pure quella mette stanchezza.
E' uno di quei periodi in cui le relazioni sociali annaspano ma chi vive una vita come la tua lo sa e aspetta tempi migliori.
E' uno di quei periodi in cui giri fissa con la coda di cavallo perché quella sciroccata della tua parrucchiera ti ha fatto uno scalato improponibile. E mentre aspetti che ti ricrescano, ti girano un po' le palle.
E' uno di quei periodi in cui ti lamenti di tutto ma alla fine della tua vita non cambieresti niente. O quasi.
Brutta storia l'autunno.

17 commenti:

Twins(bi)mamma ha detto...

ti capisco benissimo.... la mia parrucchiera è incinta lavora solo la mattina e tu puoi ben capire che lavorando tutto il giorno mi è un pò difficile prendere un permesso di lavoro con un altra scusa e poi presentarmi con i capelli belli sistemati.... anche io a volte guardo sconsolata le cartelline contenenti mille cose da sistemare...vorrei organizzarmi con lo sport ma non ho un secondo per rifletterci...va così..periodi migliori e periodi peggiori...la cosa bella? Passano e piano piano usciamo dalla nostra tana....

lollamamma ha detto...

Ho appena scritto un post e poi un altro sul mio stato d'animo e ti dirò:
1.ci ho dato un taglio, mi sono fatta dei capelli cortissimi che sembro una ragazzina di 15 anni...e chissene, ma così riesco a lavarli in 30 secondi con i twins che mi guardano seduti sul loro seggiolone mentre fanno colazione. In realtà, li ho dovuti tagliare perchè l'allattamento mi ha reso calva;
2. è un periodo di giramenti per qualsiasi cosa, ho tremila cose da sistemare (cambio degli armadi, portare a lavare il piumone invernale, poi la trapunta estiva, pagare il bollo della macchina che me ne sono dimenticata...)
3. zero assoluto di relazioni sociali, ma zero...
Ti abbraccio!
e ti rimando al mio post di oggi: http://gemelligioielli.wordpress.com/2010/10/14/mal-comune-e-mal-comune/

Improvvisamente in quattro ha detto...

Corro anch'io.
E, oddio, a dire la verità io qualcosa la cambierei, eccome se la cambierei.

Claudia ha detto...

Posso dire che mi hai fatto sorridere... so che magari a te non viene per niente da ridere... ma che posso farci...
Un abbraccio
Claudia

supermamma ha detto...

ma che c'hanno stì parruchhieri in autunno anche il mio me lio ha fatti troppo corti io li porto sempre legati, sono ricci adesso sembra che dietro tengo la cosa di un coniglio o un pon pon

kikka ha detto...

"E' uno di quei periodi in cui ti lamenti di tutto ma alla fine della tua vita non cambieresti niente. O quasi."
PAROLE SANTE!!
ps.. ma poi, anche questi periodi "un pò così" alla fine passano!...

aia ha detto...

e non incontri mai le amiche che non lavorano ed hanno tempo di fare manipedicure e massaggi vari, che ti dicono peccato che tu lavori, altrimenti ... ciao ilaria

Arianna ha detto...

AHHH le bollette da riordinare!! io ne avrò accumulate non so dove da anni...ti capisco su tutta la linea, sarà un modo dii dire ma i cambi di stagione sono faticosissimi...baci

diana ha detto...

io sono sommersa dai panni da stirare...vedo panni ovunque...aiuto!

valewanda ha detto...

è un bel post perché ci rispecchiamo tutti nelle tue parole. Un abbraccio, Valentina

Monica ha detto...

Anche io la cambierei la mia realtà.. eccome... anche se poi rendersi conto che c'è chi sta peggio non è poi così banale e anzi ti rendi conto che ... è tutto fantastico! anche tornare a casa con i gemellini dal nido e dopo 10 minuti contare il 7 pianto isterico che alternativamente ti stanno facendo dar fuori di testa!!! e nonvedi l'ora che si addormentino per far niente ma poter respirare in silenzio...
oggi avevo bisogno di condividere con qualcuno che mi capisse! :-)

MAMMA AL QUADRATO ha detto...

@twins(bi)mamma: c'è gente che lo fa, ma concordo con te, il permesso di un paio d'ore e il capello fresco di parrucco non si possono fare...
@lollomamma: il capello corto è una gran tentazione ma ho osato solo una volta ma poi non mi vedevo...
@improvvisamentein4: lo so che cambieresti qualcosa, ho letto il tuo post. Non ho commentato perché non è facile spiegare come la penso a riguardo. Chissà prima o poi ci scriverò un post...
@claudia: no, figurati, io mi rido addosso se no non scriverei questi post...
@supermamma: la coda di coniglio mi fa morire! la mia parrucchiera più che con la lunghezza, si dà da fare con lo scalato. Quando le dico che li voglio fare pari, le viene il mal di pancia.
@kikka: sì, poi magari ne arrivano anche di più impegnativi ma per fortuna quando meno te lo aspetti ricominci a respirare...
@aia: fortunatamente no. Già non è facile frequentarsi se si fanno vite molto diverse, se poi hai a che fare con persone che non provano neanche a mettersi nei panni degli altri, meglio lasciar perdere :)
@arianna: i cambi di stagione sono faticosi in tutti i sensi! no, va be' io con le bollette sono in ritardo di un mesetto... :)
@diana: come dice mia suocera, non si azzerano mai.
@valewanda: grazie :)
@monica: condivido tutto e capisco! :)

Anonimo ha detto...

Dire che ti capisco è dire poco!! Quante ore dovrebbe avere un giorno? Mille e poi non basterebbero...
vistodalei.splinder.com

Improvvisamente in quattro ha detto...

Ora mi hai messo curiosità!
Quando vuoi... sono qua!

Mamigà ha detto...

No, non è una brutta storia. Penso solo una storia decisamente grigia. Ma anche il grigio è fatto di sfumature...
Mamigà

Arianna ha detto...

Uuuuhhh mamma mia...potrei copiare paro paro il tuo post e farlo mio!! Se lo faccio mi denunci? eh eh eh

MAMMA AL QUADRATO ha detto...

@vistodalei: quanto hai ragione...io mi accontenterei di due/tre ore in più! :)
@improvvisamentein4: credo si parli di lavoro o mi sbaglio? Ho meditato un post ma è un argomento così delicato e personale (perché ciascuna di noi ha un'esperienza diversa, anche se i denominatori comuni spesso ci sono) che non so se riuscirò mai a scriverne...ci penso su però...
@mamigà: no, non è una brutta storia. "brutta storia" è un modo di dire, un po' slang nel milanese. Le brutte storie sono altre, lo so bene. Le mie sono ordinarie paturnie di una donna lavoratrice con figli piccoli. Un grosso abbraccio Mamigà. Sono contenta che il tuo blog sia tornato "pubblico" :)
@arianna: no, no, cita la fonte però!!! :)))