dicembre 16, 2009

Dimmi che borsa hai...


Se vuoi conoscere lo stato psicofisico di una donna, guardale nella borsetta. Nella borsetta: quell'accessorio femminile che una volta svuotavo settimanalmente, in genere la domenica sera, e cambiavo in base al gusto del momento. Ne approfittavo per buttare biglietti del tram e scontrini vecchi e per mettere un po' d'ordine tra le mie cose.Controlla ortografia
Ho superato da un po' l'era della tracolla, quella del post gravidanza e della maternità a casa, quella delle lunghe camminate col passeggino. Quella che spingere un biposto con la borsa appesa a una spalla non è il massimo. Quella che se devi tirar su un bambino, cercare ciuccio e chiavi di casa insieme, meglio sentirsi libere e avercela al collo - o quasi - a mo' di San Bernardo.
Sono approdata da tempo nell'era della zavorra: quella della borsa bruttina, impersonale ma grande, grande, talmente grande da infilarci dentro l'impossibile e forse anche di più.
Oggi mentre andavo al lavoro ci ho guardato dentro e ci ho trovato tre paia di calzine antiscivolo, un burrocacao da raccattare col dito mignolo, gli occhiali da vista sfusi perché mi è sparita la custodia, la busta paga del mese scorso e...un pezzo di pane secco. Ecco, quel tozzo di pane rinsecchito, sicuramente sfilato di mano a uno dei miei figli in non so più che occasione, mi dice che è il momento di tornare a prendermi cura di me, oltre che dei miei accessori.

23 commenti:

2Gemelle ha detto...

domani sbircio in quella di mia moglie!
Grazie del consiglio, ciao!!!
Luca

mammagiovane ha detto...

Io invece neanche ce l'ho più una borsa. O meglio, ho quella del trio dove però di mio non c'è quasi nulla, solo chiavi, portafoglio e cellulare.
E io ero una di quelle che nella borsa teneva "il mondo".

Mamma in 3D ha detto...

E quando l'era della tracolla (già da tempo anche zavorra) dura da più di sette anni, perché non c'è stata soluzione di continuità fra i passeggini, perché ora che camminano tutti e tre non ho comunque un numero da mani sufficienti per tenerli...? La situazione secondo te è ancora reversibile??? :-)))

Anonimo ha detto...

Pensa che ci ho guardato proprio stamattina appena arrivata in ufficio!!!! e ho pensato che cavolo la uso a fare????
Ci ho trovato un gormito, un personaggio "bruttissimo" di Ben10, carte di caramelle (solo carte xche' le caramelle si sono stranamente volatilizzate) disegni dell'asilo di un mese fa, 5 burro cacao( i miei gemelli ne vanno pazzi!!!) e tra le tante cose....un portafoglio un cellulare le chiavi una chiavetta usb....e fazzoletti...sigh...sigh sigh

Micaela ha detto...

L'Anonimo sopra sono io = Micaela

Slela ha detto...

Io non ho il coraggio di guardare nella mia...
potrei lasciarla in balia della mia primogenita, nel giro di 5 minuti il contenuto sarebbe sparso per tutta la casa, ma almeno la borsa tornerebbe vuota.

EricaML ha detto...

Anche io mi sono fermata apensare svuotando la mia....c'era un pacchetto di creackers ridotto in polvere, una scarpa di quando avevano 5 mesi e un ciuccio di quelli piccoli...

lady ha detto...

Io sono nella fase borsa a tracolla, sempre di corsa lavoro casa, ecc. ma quando sono con la bimba ho la borsa del passeggino quindi non faccio altro che trasferire portafoglio, chiavi e cellulare da una borsa all'altra, senza guardare cosa c'è sul fondo...prima o poi chissaà..

Bonzomamma ha detto...

Mi sono fatta regalare una borsa che è in realtà uno zaino da motorino, si piega su se stessa e diventa un borsone... bella davvero ma talmente grande che ormai ci sono due ombrelli, il gioco martello del bonzo, due ciucci della bonza... il mio megaportafoglio, due libri da autobus. NOn trovo mai le due chiavi che ho, il telefono e il tesserino del lavoro... come ti capiscoooo però almeno mi dicono tutti che è bellissima.

cobrizoperla ha detto...

briciole, disegni, scontrini, depliantini raccattati ovunque in attesa di essere letti, e ancora briciole... e mai una penna, quando serve!
come hai ragione...
dovrebbero fare le borse come le stufe, con la griglietta inferiore per la pulizia!
;-)

Annina ha detto...

Io sono giunta alla tua stessa conclusione due giorni fa, non guardando la borsa, ma guardandomi distrattamente le scarpe una volta arrivata in ufficio. A destra, una comodissima **idas. A sinistra, un'altrettanto comoda *ike. Sembra una barzelletta, ma giuro che è vero -ed io non ho figli, solo un lavoro che evidentemente negli ultimi tempi mi sta cannibalizzando...
Comunque, per ricordarmi la lezione, mentre tornavo a casa in autobus (cercando di nascondermi sotto la sciarpa per la vergogna) mi sono fotografata le scarpe con il cellulare, ed ho attaccato la foto allo specchio del bagno. Vuoi mai che serva da promemoria.

Silvia ha detto...

Io invece mi riprometto ormai da quasi un mese di cambiarla con quella piu' carina che ho nell'armadio ...ma siccome so gia' come verrebbe mal trattata ...la guardo e aspetto che arrivino giorni migliori !!!!!

caia coconi ha detto...

laura, qunate veritàdietro questo post in incognito!!!
e mi fa ridere che anch'io ultimamente uso l'unica borsa a tracolla che avevo. non è un modello che mi fa impazzire ma come dici tu... è l'unica possibile in questo momento.
(io ero una che le borse le cambiavo anche più volte al giorno... ahimè!!)

valewanda ha detto...

io sono come mammain3d, che peraltro ho visto a merenda martedì, infatti quasi solo tracolla o borsa a mano da appoggiare anche per terra, all'occorrenza. Ma le tracolle per me sono il massimo... anch'io avevo scritto u post così, sono d'accordo...

MammainblueJeans ha detto...

attualmente la mia borsa è un...tascapane: di tela grazza, me lo hanno regalato quando ho cantato all'agorà dei giovani pugliesi quest'estate. Non è bello (anzi, è davvewro triste) ma è comodo in quanto deformabilissimo e con una lunga e comoda tracolla (abito al quarto piano sebza ascensore, e finchè non camcio casa posso dire addio alle borse da portare su una spalla sola)
Sbirciando trovo: salviette, residuo di biscotto, scontrini, elastico per capelli, portafogli, cellulù, digitale, agenda dei beatles e cesoie (?).
oh mamma...

diana ha detto...

capperi....la mia borsa è un vero caos....ed io amo le borse ne ho di tutte le fogge, materiali e colori...io dentro ho: 2/3 agende per vari lavori, un calzino dei nani, salviette detergenti, lucidalabbra, monete sparse, scatola di tic- tac vuota per i nani quando piangono in macchina, libro nani, fazzoletti usati, astuccio sporchetto e zeppo di penne e ecc., scontrini di anni fà.....meglio che freud non analizzi la mia borsa--------

mamma al quadrato ha detto...

Come al solito, grazie per i commenti: mi sento più umana!

@cobrizoperla: ahaha, la borsa con la griglietta sarebbe da brevettare!
@annina: tu mi batti però! non è che ci posti la foto?
@mammainbluejeans: cesoieeeeeeeeee?

moltoincinta ha detto...

Ihihih, hai proprio ragione, la condizione delle nostre borse cambia in base alle fasi della vita e chiunque facilmente può percepire in quale ci troviamo.
Io sono nello stadio: "Aspetta che prendo questo e questo e anche quest'altro..non si sa mai che ne abbia bisogno, non si sa mai che mi senta poco bene, non si sa mai che mi venga fame, non si sa mai che mi fermi qualcuno. Insomma, un vero CAOS GRAVIDICO (ho coniato un termine nuovo?)".
Grazie per le parole riguardo al mio post, ti ho risposto sul blog.
Ti ho anche inserita tra i blog che seguo, sicuramente tornerò a trovarti!!

MammainblueJeans ha detto...

Tranquilla, non vado in giro a cesoiare la gente... è che come hobby la mia parrocchia (brutta come una palestra<) con composizioni folreali...ma le cesoie dovrebbero restre in chiesa, non nella mia borsa<!

Amalia ha detto...

Grandissima! Anche io fino ad un paio di mesi fa giravo con la tracolla da gravidanza e post-maternità. Ora sono approdata al borsone anonimo portatutto.
:-)
mammasidiventa.ilcannocchiale.it

mamma al quadrato ha detto...

@moltoincinta: grazie! ti ho aggiunta anch'io nel mio blogroll :))
@mammainbluejeans: ehehehe, immaginavo!
@mammasidiventa: sì, sì, una specie di borsa alla Mary Poppins, ci entra e ci esce di tutto! :)

Annina ha detto...

Uuuhhh, mi vergogno tantissimo!! Ma ormai che l'ho raccontato, immagino di poter anche mostrare al mondo il punto a cui sono arrivata...!
Ecco qui la documentazione fotografica (scarsissima, come dicevo sono state scattate di notte con un vecchio cellulare): foto 1 e foto 2!!

mamma al quadrato ha detto...

@annina: ahahaha, me le hai postate davvero. :) Apperò, non si somigliano neanche i due esemplari!